Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Vorrei parlare di una delle pietre miliari della mia bellissima citta’ . Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli è stata una  vera e propria rivelazione! Arte, cultura, magnificenza di opere e scultura di grandissimo valore. Ho deciso per la prima Domenica del mese, in questo caso Settembre di visitarlo. Ne sono stata folgorata. Innanzittutto al piano terra ho visto la sezione delle opere Farnesi. Sculture sia di imperatori romani, che statue di divinità mitologiche e condottieri antichi, di filosofie e sarcofaghi greci e romani. Le sale sono molto grandi e sembra di perdersi in esse. Al secondo piano c’era il tema di l’ Europa e Pompei 1748 – 1943. Era possibile vedere utensili, manufatti di differenti tipi nella Pompei antica fino al bombardamento del 1943. Erano allestite diverse vetrine di vasi , ciotole e diversi utensili comuni pompeiani. Ne sono rimasta molto affascinata. Le sale erano veramente tante e ben allestite. Merita oltremodo 5 stelle sia l’esposizione del tema di Pompei, e sia come si presenta il Museo Archelogico. Credo onestamente che ogni napoletano debba visitarlo e ritenersi  orgoglioso e fortunato di possedere un tesoro inestimabile come questo!

Sayuri

Milano!

In occasione di Expo 2015 ho visitato Milano , e sinceramente mi ha colpito in tutta la sua eleganza e bellezza. Il Duomo era spettacolare, imponente. Fortunatamente è stata una bella giornata di sole. Dopo ho percorso una delle strade piu’ belle ed eleganti di questa splendida citta’. Via Montenapoleone signorile ma estremamente troppo ricca per me! Negozi di alta moda dai prezzi super vertiginosi. Non per questo merita di non attraversare per questa strada. Continuando la mia visita ho visto l’ imponente e splendido Castello sforzesco. Grande e maestoso! Inoltre con un enorme giardino ben curato e pieno di albero. Conto di poter tornarci quanto prima a Milano e aver piu’ tempo per visitarla meglio! Una citta’ che merita.

Sayuri

Amore destinato

Ho sempre pensato e oggi ne sono ancora più convinta che in un angolo della terra esista per ciascuno di noi l’uomo o la donna della nostra vita, l’amore più vero ed intenso che possa esistere, ma questa opportunità è unica ed irripetibile, solo una volta può capitare di provarlo, ma non sempre si ha l’opportunità di viverlo. Si ama per tutta la vita una persona che non avremo mai, perchè la casualità delle circostanze non hanno permesso ciò, o , se si vuole, il nostro libero arbitrio non ha voluto o non potuto agire di fronte all’inevitabile. Si può anche affermare con molta naturalezza “come può essere l’amore della nostra vita se non lo si vive?” Ma non sempre è così… il cuore e la mente non viaggiano sullo stesso binario o allo stesso modo. Ritengo che chi  è capace di rubarti l’anima ad uno solo sguardo è colui/lei che sarà per sempre la persona a noi destinata ad amare ! Non c’è ma che tenga, ci si sente in sintonia, non ci sono dubbi su questo. Lo si prova senza preoccuparsi delle conseguenze! Potrò sembrare fatalista o magari non appartenere a questo mondo cieco e pratico, basato solo sull’interesse, ma sono cosciente di quello che dico. L’amore non va misurato nè tantomeno catalogato. La persona sa cosa prova solo guardandosi negli occhi, non c’è bisogno di parlare o aggiungere parole superflue. Ma l’Amore si incontra solo una volta nella vita, e tutto ciò che viene dopo o prima quell’incontro è futile amore, un accontentarsi di qualcosa che sarà amore ma non della stessa intensità. E sono sempre convinta che meritiamo a chi siamo destinati e se ciò non succede perchè esistono altre conseguenze o cause esterne. Ma un giorno le mie parole avranno un loro scopo, tutte le nostre azioni, volontarie o non sono mirate ad un fine. Destino e libero arbitrio certe volte sono intrecciati tra di loro, ma come spesso accade lo si intuisce solo dopo. Bisogna viverlo il dolore per rendersi conto che era necessario…. la sofferenza certe volte può aprire uno spiraglio di luce…sprazzi di speranza….quasi ad avere una forza soprannaturale e premonitrice sugli eventi della nostra vita.