L’arte

Quanta emozione può suscitare un quadro o un dipinto?

Quali sentimenti nascosti può provare un pittore nel dipingere un paesaggio, un volto o un fiore?

In alcuni quadri si nota tramite i colori la vena poetica di un autore….

Ultimamente ho visto dei dipinti di un autore  poco conosciuto come Giovanni Ricca, allievo del più famoso Jusepe de Ribera, e si intravedeva una profondità ed uso dei colori stupefacente!

Colori intensi e soggetti disegnati magnificamente che, a loro modo, esprimono in chi li guarda una carica emotiva notevole!

L’arte è questo….

emozione, sentimento,sensibilità, trasporto….

Potrei annoverare tanti pittori, come il Caravaggio, Leonardo , ed altri ancora,

ma tutti bene o male trasmettono qualcosa, un ‘emozione più o meno forte e un loro significato personale.

 

Verso un futuro migliore….

ll Castel Sant’ Elmo a Napoli  è stato luogo di una mostra di notevole impatto emotivo e di grande interesse, oltre ad essere di attualità.  La mostra Senza/tomica , voluta dall’ istituto buddista italiano Soka Gakkai, è interamente dedicata ad un potenziale mondo libero dall’ utilizzo delle armi nucleari. Cercare di trasformare lo spirito umano, rendendolo appunto libero dal’utilizzo distruttivo delle armi nucleari, in questi caso dalla bomba atomica.
L’evento mira ad un’ampia sensibilizzazione delle coscienze, a dover pensare a quante energie e soldi sprecati in un gioco di potere, serviti eventualmente a scopi , a mio avviso , non rispettosi del genere umano, come la presenza in alcuni paesi di ordigni nucleari. Ma andiamo con ordine!
Durante il percorso c’è la possibilità di seguire la mostra con una guida, in modo tale diventa più chiaro il motivo e il significato di questo evento! La mostra è divisa in quattro sezioni differenti.
La prima si basa sul significato di sicurezza. Dalla sicurezza di un’ arma nucleare ( che sicura alla fine non lo è) fino ad arrivare alla consapevolezza di una maggiore sicurezza sui propri bisogni primari, tra cui un minimo grado di istruzione, garantito per ciascun popolo e in ciascun paese.
La seconda sezione è garantire il diritto alla vita di tutti i popoli. Un’arma nucleare non garantirebbe certamente una vita per un essere umano. Ciò è stato dimostrato purtroppo 70 anni fa con lo sgancio di due bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. La potenza distruttiva e letale di una bomba nucleare ha conseguenze inumane inimmaginabili.
La terza sezione è cambiare la visione del mondo:da una cultura della paura a una cultura della fiducia reciproca. Riuscire ad avere un animo più proteso verso il dialogo, a non essere aggressivo. E questo a partire da noi stessi, in un contesto familiare, sociale o lavorativo. L’aggressività o violenza genera altra aggressività . Riuscire a pensare e interagire con un animo di conciliazione o promuovere un sentimento di fiducia, è la strada migliore a non arrivare a situazioni estreme!
Ed in ultima , ma non meno importante sono le azioni che costruiscono la pace. Nella praticità operarsi concretamente a sentimenti di pace.
Durante il percorso si è assistito anche ad una simulazione acustica dello sgancio di una bomba nucleare, a distanza di 60 km dall’epicentro. Ed è stato impressionante , sentendolo, avvertivo il suono fin dentro lo stomaco, ed è spaventoso pensare che una cosa mostruosa come questa potrebbe in un futuro succedere, e per me, nel mio piccolo, dovremmo un po tutti dimostrarci verso gli altri con un animo più tollerante, e pacifico, proprio per auspicare ad un mondo di pace, privo di questi ordigni terribili. Inoltre c’era una parte molto commuovente e di impatto emotivo, la testimonianza di alcune persone, sopravvissute alla bomba atomica di Hiroshima e Nagasaki. Ho trovato ammirevole come un popolo, dopo quello che ha vissuto tragicamente come la distruzione di massa che provoca un ordigno nucleare, si sia risollevato con tanta umiltà e dignità.

 

Palazzo san Teodoro

image

image

Atmosfera di arte e cultura con sofisticati sistemi di proiezione virtuale con un apparecchiatura Gear Vr della Samsung, che vi permettera’ di rivivere la storia di dame e cavalieri nel neoclassico Palazzo san Teodoro di Napoli! Sorto per opera di Ferdinando IV di Borbone , è caratterizzato da innumerevoli sale: da pranzo, da musica, con fantasiose immagini di satiri e satire, oppure la famose sale degli specchi all’ infinito, ossia è possibile ammirare la propria immagine infinite volte, dal momento che gli specchi sono posti l’ uno di fronte all’ altro! Visitare questo palazzo è un viaggio a ritroso nel tempo! C’ è aria d’ arte , cultura e magnificenza.

image

image

Sayuri

Napoli!

image

Piazza del Plebiscito, sede di avvenimenti culturali e storici !
Una piazza enorme, ai lati il famoso Palazzo Reale , sede della dinastia borbonica, e di fronte la famosa Basilica di san Francesco di Paola , di stile architettonico neoclassico! I suoi pilastri, le cappelle e la cupola in marmo, che incute fascino in chi la guarda

image

Sayuri

Bellezza eterea

image

Luci e colori del passato emergono nel presente…
Antichi albori di defunti re e regine, che acclamano il loro sapere e la loro cultura…

image

Effetti in penombra….La bellezza e l’ arte non hanno tempo ……
La loro essenza è viva anche con il trascorrere degli anni….

Sayuri

La Reggia di Caserta !

image

image

image

image

La Reggia di Caserta, un luogo di incanto ed arte, bellezza e un alto valore storico e culturale! Oggi ho visitato questa vera opera d’ arte in occasione della Pasquetta. La Reggia ha una ricchezza di dipinti, affreschi di ineguale bellezza artistica! Si rimane incantati , ammirando gli innumerevoli affreschi, dipinti e i broccati in oro, per non parlare di particolari dettagli, come i dipinti a mano sui muri, i disegni di fiori, o immagini allegoriche o le statue in marmo di divinita’ mitologiche!Quando guardo queste bellezze artistiche mi sento arricchita di piu’….l’ arte ha un effetto positivo , che mi rende felice interiormente! Consiglio di visitarla, ne rimarrete colpiti positivamente ! 

Sayuri

Area archeologica della basilica di San Lorenzo Maggiore

Un’altra pietra miliare della mia città! Oggi ho visitato l’ area archeologica Neapolis sotterrata, presente sotto la basilica di San Lorenzo Maggiore. Si tratta di una vera cittadina greco-romana risalente alla seconda meta’del I secolo, inizialmente un ‘agora’ greca ed in seguito un foro romano. C’ erano delle botteghe, delle fulloniche, cioe’ luoghi dove venivano lavate e trattate le vesti. Infatti dall’ alto erano presenti dei canali dove entrava l’ acqua piovana e dove venivano lavati i vestiti e puliti con l’ urina!  Inoltre c’era una panetteria , dove era facilmente intuibile la presenza di un forno e all’ entrata erano presenti degli scalini e dei cardini. Probabilmente ai tempi storici di quel periodo doveva esserci una porta. Secondo la guida era da supporre che fosse appunto  o una panetteria o addirittura una pizzeria ! Andando avanti abbiamo visto dove si svolgeva il mercato ittico. Infatti in diverse zone erano presenti delle banchine inclinate dove probabilmente veniva deposto il pesce e dove scendeva l’acqua da piccoli condotti. Osservando questa antichissima area archeologica , la pavimentazione era sia di origine greco- romana, ma in alcune sezioni la presenza di impronta etrusca e svariati archi di origine medioevale. La visita si è conclusa con una grande sala vicino al chiostro del convento , che un tempo era considerato l’ ex refettorio. Mi ha colpito per gli affreschi allegorici in stile barocco. Le figure rappresentavano le diverse virtu’ umane, come la clemenza, la gravita’ ect. E osservando meglio questi affreschi , trattasi di figure allegoriche ma non umane, ma dipinte in modo piuttosto bizzarro, grottesco. È stata una visita molto interessante e particolare .

Expo 2015!

Expo 2015 mi ha piacevolmente sorpreso! Mi sono sentita Alice nel Paese delle Meraviglie!!!:-)))

Essendo amante del Giappone , non potevo non andare nel mio mondo !! Nonostante la fila di ben 2 ore, ne è valsa la  pena. Sale con effetti speciali, tutte a simboleggiare sia la tematica di questo grande evento, cioè l’alimentazione e nutrizione, ma anche tutto ciò che è correlato al benessere naturale e ambientale, tra cui l’importanza dell’acqua o le nuove tecnologie per l’ambiente , adottate dal Giappone! Ed ecco un pò di foto:

o (1) o (2) o (3) o (4) o

Ho visitato anche altri padiglioni, tra cui quello tedesco, bello ed interessante, ed interattivo, nel senso che si poteva giocare, simulando situazioni in cui il motivo primario era il fabbisogno alimentare o ambientale.

E poi il padiglione zero, quello inziale, dove si vedevano i diversi regimi alimentari di tutti i paesi.

Consiglio di visitare l’Expo, perchè ne vale la pena, oltre a divertirsi tra i padiglioni e trascorrere delle giornate particolari!

E come ultima foto ma non meno importante! L’albero della vita :-))

o (5)

wwayne

Just another WordPress.com site

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

I pensieri di Hamaika

Scrivere la vita.

tavolozza di vita

~☜❤☞~Pensa con il cuore e vivi l'attimo~☜❤☞~ Poetyca https://poetyca.wordpress.com/author/poetyca/

lila and your smile

Un sorriso può aiutare a Vivere

simple Ula

I want to be rich. Rich in love, rich in health, rich in laughter, rich in adventure and rich in knowledge. You?

NOAR

Logbook

IL MOTIVATORE

Pensieri, sensazioni, azioni.

LIVINGWOMEN

scrittura arte scuola interviste società

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Non amo che le rose che non coglietti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: