Quel che affidiamo al vento

Lettere ad un a.ore perduto

Ho sognato il tuo sorriso

Ho immaginato i tuoi occhi nel vedermi ….

avresti sussurrato parole mai dette prima d’allora ….

saresti capace di leggermi dentro…. dopo tanto tempo….

siamo cambiati, abbiano modificato la percezione di noi stessi e degli altri ….

mi hai guardato, ma ora ogni cosa si è trasformata …. come qualcosa di vecchio, di andato…. solo un immenso affetto così grande da far abbattere ogni pregiudizio , ogni dissapore….

E…. sei volato dal cuore …. dalla mia vita

Lettere ad un amore perduto

…… e in realtà non ci eravamo mai persi…. tu non mi hai persa… perché non ci siamo mai appartenuti…. nemmeno una volta…. sai quante volte ho voluto sentirmi tua, appartenerti come qualcosa di prezioso, il tuo scrigno prezioso, intoccabile…. ma posso dirti che sarò dentro di te , sarò la tua gemma , l’unica gemma che non hai mai avuta, mai voluta… ti verrò a cercarti solo nei tuoi inconfessabili sogni…

Lettere ad un amore perduto

Il magnetismo che c’era non era fisico, chimico…..ma solo mentale… meravigliosamente mentale, di anim a..

Gli anni erano passati ma lei, … pensando a lui, ai suoi occhi …. non smetteva di sorridere …. di piangere…. l’anima urlava il suo nome…. lo reclamava nella sua vita ……gli avrebbe detto tutto…. anche quello che non osava dire a se stessa…. continuava ad amarlo……senza rendersene conto…..la sua anima lo desiderava….. lo pretendeva come un suo diritto ….. imprescindibile…..

Lettere ad un amore perduto

Tu eri la cosa più importante per me,

non importa la sofferenza che mi hai provocato… non importa …. forse così doveva andare….sapevo di amarti la prima volta che ti ho visto….. la prima volta che mi hai guardato , che hai sfiorato la mia mente…. indelebilmente…. inesorabilmente…. è un bene troppo grande per essere spezzato, per essere dimenticato….

Lettere ad un amore perduto

….. mi dicesti “Ho trovato in lei quello che cercavo in te….”Sei certo di averle trovate..? Lei rispecchia una parte di me? Perché le parole dette in quel momento da te hanno per me questo significato!Ogni singola persona è unica ed imprescindibile…. non potrai vedere me in lei…. ma qualche volta guardando il cielo penserai a me…. a quelle cose uniche, nostre nel suo sguardo…. nel tuo cuore…

Cime tempestose

“Lui ha più me di me stessa. Di qualsiasi materia siano fatte le anime la mia e la sua sono la stessa cosa”… Wuthering heights!

Libro unico, di un amore passionale, violento , grottesco a tratti… un amore che supera il concetto di morte… Heathcliff e Catherine percepiscono le loro anime innamorate anche dopo la morte prematura di lei… un libro da leggere…. ne sono rimasta rapita.

Lettere ad un amore perduto

E…. non volendo la feriva…

Solo perché voleva salvarla da se stessa, dai suoi incubi interiori… usava metodi poco ortodossi, un po sottili….

E… poi in un secondo finiva tutto, lasciandole un’incolmabile voragine dentro il cuore… le lacrime non bastavano… ma nemmeno i sorrisi, i ricordi a dimenticarlo… era lì pronto a far rimarginare quella ferita d’amore… il suo ricordo era cocente, come un livido nell’anima… Non voleva cancellare quel livido…era diventato la sua più bella cicatrice…. viva in lei..

bit.ly/lettereadunamoreperduto

Lettere ad un amore perduto

Lei, di rara sensibilità ,

Sarebbe stata mai pronta ad aspettarlo? Sarebbe stata disposta a far tacere il suo cuore, i suoi bisogni più profondi? In nome di un amore mai realizzato? Si può arrivare ad idealizzare un amore se tale poi può essere chiamato…?

Forse era troppo anche per Lei, per un’anima ribelle, libera da compromessi, un cuore innamorato della vita …

E lui cos’era disposto a rischiare? Tutto in nome di una donna che poteva solo guardare, mai averla? Si sarebbe accontentato di un amore qualunque , pur di essere felice?

La felicità poi che cos’è, cosa rappresenta? Quanto vale la pena tentare di provare quel pezzetto di felicità che ogni essere umano aspira…

Il volersi bene non basta per essere felici, certe volte ci si accontenta, si è felici anche con poco…. o nascondiamo a noi stessi la verità, anche cruda che la felicità è solo un attimo, un momento, un periodo, un ricordo che custodiamo per noi….

Entrambi lo sapevano ma fingevano a loro stessi che ciò che avevano gli bastava…. che il loro essere in questo mondo, il loro destino era quello che avevano vissuto e provato…. non sapendo che in questa vita c’è sempre una seconda scelta, un traguardo inaspettato da percorrere, che la strada da seguire non è mai quella prefissata, ma è sempre da modificare, cambiare….

La felicità li aveva solo sfiorati, toccati, ma aveva preferito prendere una strada diversa, che loro non avrebbero preso….

Eppure avrebbero sentito ciò che li legava, ciò che minava le loro vite, i loro destini….